RINOPLASTICA

Che cos’è

La rinoplastica è un intervento di chirurgia estetica che permette di migliorare l‘aspetto del naso rendendolo più armonico con le altre caratteristiche del volto.

A cosa serve

Serve per modificare la forma, le dimensioni ed il profilo del naso. È possibile associarlo all‘intervento di settoplastica per agire contemporaneamente sia sull‘aspetto estetico che respiratorio e funzionale del naso.

Le incisioni

Le incisioni sono variabili a seconda del tipo di intervento ma comunque totalmente invisibili poiché tutte contenute all‘interno del naso.

Visita e Programmazione Preoperatoria

Come per tutti gli interventi di chirurgia estetica, la programmazione del tipo di tecnica chirurgica deve tenere conto sia delle richieste del paziente che dell‘indicazione clinica. Sarà inoltre compito dello specialista scegliere il tipo di correzione da effettuare e decidere se associare eventualmente alla rinoplastica altre tecniche per ottimizzarne il risultato.

Pertanto durante la visita preoperatoria si decideranno con i pazienti le correzioni e quindi gli obiettivi da raggiungere, in modo da poter realizzare le singole aspettative, mantenendo comunque le giuste proporzioni nel volto.

Sarà valutato attentamente la forma del naso, la dimensione la sua lunghezza e la sua larghezza, l‘eventuale presenza di gibbosità, di deviazioni del setto, la respirazione, la punta nasale, l‘angolo naso labiale, ma soprattutto il rapporto e l‘armonia del naso con il resto del volto. Questa fase permetterà di discutere con il chirurgo la tecnica operatoria in ogni singolo dettaglio, il decorso post operatorio precoce e tardivo in modo da giungere il più preparati ed informati possibile per affrontare l‘operazione.

Il risultato finale raggiungibile, varia da paziente a paziente e, di conseguenza, anche la pianificazione dell‘intervento deve essere scrupolosamente personalizzata.

L’Intervento

L‘intervento si esegue praticando alcune incisioni all‘interno del naso che permettono di isolare la cute dalle strutture ossee e cartilaginee sottostanti che vengono quindi opportunamente corrette. La cute si riadatterà quindi come una tenda sul nuovo scheletro modificato.
In alcune casi possono essere necessarie piccole incisioni cutanee per modificare forma e dimensioni delle narici.
Nel corso dello stesso intervento è possibile migliorare anche la funzione respiratoria grazie all‘intervento combinato di RINOSETTOPLASTICA, dove oltre a intervenire sull‘aspetto estetico si agisce sull‘aspetto funzionale del naso rimuovendo quelle anomalie del setto cartilagineo ed osseo che ostacolano il normale passaggio dell‘area nelle fosse nasali. In questo tipo di intervento oltre alla medicazione sopra descritta, si utilizzano delle piccole lastrine che servono a contenere e mantenere a sandwich il setto modificato nella giusta posizione.
Le lastrine, utilizzate al posto dei più fastidiosi tamponi, consentono al paziente fin da subito la respirazione nasale e verranno rimosse dopo sette giorni insieme al gessetto. Il risultato della rinoplastica è permanente nel tempo.

Il Decorso Post Operatorio

Il decorso e, in modo particolare, il dolore postoperatorio sono spesso la maggior preoccupazione per i pazienti, per questo motivo abbiamo messo a punto un protocollo terapeutico particolare in collaborazione con lo staff anestesiologico per fornire ai pazienti il miglior comfort e il più rapido recupero possibili.

  • Precoce: dopo l‘intervento ogni paziente sarà assistito dallo staff medico per rendere migliore possibile il decorso postoperatorio e il controllo del dolore.
  • Tardivo: durante la degenza è difficilmente presente dolore. In questa fase sono spesso presenti modico gonfiore ed ematomi intorno agli occhi. La loro durata è variabile; generalmente scompaiono dopo una settimana. Già dopo i primi sette giorni è possibile tornare alle normali abitudini di vita.

Si consiglia invece di sospendere l‘attività sportiva nelle prime due – tre settimane.

I Controlli a Distanza

È nostra abitudine controllare nel tempo i nostri pazienti, con cadenza mensile per il primo trimestre e con cadenza trimestrale fino all‘anno.

Il Momento più giusto per farlo

È possibile eseguire l‘intervento di rinoplastica già dal 16° – 17° anno di età, quando il naso ha completato il proprio sviluppo.
La correzione di questa imperfezione in giovane età permette peraltro di evitare tutti quegli imbarazzi nella vita di relazione a cui questo difetto può portare.
Comunque non esiste un periodo particolare nella vita in cui è più indicato effettuare l‘intervento. È consigliabile affrontare l‘intervento di rinoplastica quando se ne ravvisi la necessità clinica, nonché quando l‘intervento diventa una necessità individuale.

Complicanze

Pur trattandosi di un intervento routinario è assolutamente necessario rivolgersi a specialisti che operano continuativamente ed esclusivamente nel settore ed in strutture ben attrezzate ed autorizzate.

Caratteristiche Intervento

Durata dell’intervento
L‘intervento è generalmente eseguito in anestesia generale, dura circa un’ora ed è generalmente eseguito in regime di Day Hospital per cui non è necessario trascorrere notti in ospedale.

L’Anestesia
L‘anestesia l‘intervento viene eseguito in anestesia generale. La collaborazione multidisciplinare del nostro centro conta infatti sulla partecipazione di più figure professionali, come l‘anestesista, che oltre a rendere più confortevole possibile l‘intervento ne garantisce la massima sicurezza.

La medicazione
Alla fine dell‘intervento si esegue una medicazione contenitiva con dei cerotti ed un gessetto che vengono rimossi dopo sette giorni. Non vengono usati tamponi nasali; è possibile respirare dal naso fin da subito. Durante la prima settimana sono generalmente presenti ematomi intorno agli occhi di durata ed entità variabili da soggetto a soggetto.
In una settimana la gran parte dei pazienti riescono a tornare alle normali abitudini di vita, seppur con qualche precauzione.
L‘impiego di suture cutanee intradermiche riassorbibili non rende più necessaria la rimozione dei punti.

Il risultato dell‘intervento è permanente nel tempo.
È possibile tornare fin dal giorno successivo alle normali abitudini di vita come guidare ed uscire.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome

Indirizzo email

Oggetto

Richiesta